Oltre il buio il tuo respiro: il Blog tour


Non vogliamo star qui a pettinare bambole, vero?
Allora vi consiglio la lettura di questo romanzo e, se avete pazienza di seguirmi, vi porterò dentro dolore, angoscia, impotenza, rabbia… tutti passi di una vita che vuole solo essere amata.
Buona lettura!

Velo di Donna

OLTRE IL BUIO IL TUO RESPIRO - BLOGTOUR

È iniziato oggi il Blog tour del romanzo Oltre il buio il tuo respiro!

Cos’è un blog tour? Beh, confesso che fino ad alcuni mesi fa non sapevo nemmeno io cosa fosse, l’ho scoperto per caso e l’idea mi è piaciuta molto. Per un’autrice emergente come me non è facile entrare in contatto con voi lettori, come sarebbe bello fare girando un po’ di librerie e incontrandovi personalmente, magari rendendo unico il libro con un pensiero, con una dedica. Si resta distanti e non si ha la possibilità di conoscersi un po’ di più, tranne quel po’ consentito dai social; ma chi prende in mano un mio libro fa un piccolo investimento, soprattutto di tempo; sceglie di affidare alle mie pagine il compito di farlo sognare, emozionare, ridere e, perché no, anche commuovere.

E allora ecco la possibilità di un tour, come quelli musicali, solo che al posto delle…

View original post 182 altre parole

Annunci

Sulle labbra


L’ultima poesia che ho scritto sta partecipando ad un contest poetico sul tema della violenza alle donne.

Ieri sera mi sono messa a giocare e…

buona visione!

Ps: ora che ci sono i risultati ufficiali del contest, mi farebbe piacere che anche i miei contatti possano usufruire delle bellezza della poesia in esso contenuta, a partire dalle vincitrici.

Tramite il blog della carissima amica Elisabetta Barbara De Sanctis, troverete il link per dare uno sguardo al contest per intero! Buona lettura!

https://velodidonna.wordpress.com/2015/11/25/no-alla-violenza-sulle-donne-e-contest-di-poesia-riflesso-di-donna/

…e sulla curva della schiena lo ebbi
di un amore rubato
al tempo, al nostro.
spazio che rimane ora
minuscolo
oltre, tra noi ed il destino

le mie labbra hanno accolto
violenza che accarezza
hanno dato me
e mi hanno reso
ed ora un punto bianco rimane
al centro del foglio

è violenza questa mancanza che m’impone!

come violenza è restare piccoli
dopo questo punto
ed impennarsi maiuscoli appena dopo la pausa
schiocco di carne con carne
e dopo la stretta di dolore
Bacio

finquando un filo di sole apre gli occhi
la mancanza a giocare il suo lamento ritorna
sul mio labbro gonfio

Amore, non amare del mio stesso errore.
un amore malato rimane specchio ed illusione
e se il mattino è un seno che nutre
prenderai altro latte
che non sarà questo mio,
di dolore

b.l.