tempio distante


suonatore di gong - fotoweb
suonatore di gong – fotoweb

clicca qui per ascoltare l’audio della poesia…

.

la mano non mi dice

come se non sentisse nulla,

e scomparisse in esso,

la credo monca

di quella carezza non data

.

negli occhi chiusi

vento di capelli e profumi

chimica che stringe

soffoca odori

che non sappiano di acre

.

perdersi

è strano volerlo

i passi guidano i piedi

richiamo di pelle, è un suonatore

picchia su un enorme piatto di rame sospeso

.

è un momento di armonia

nèspole acerbe ad assaggiarle

prendono gusto

se tenute in bocca

prima di mandarle giù

b.l.

Annunci

Pagaie


fotoweb
fotoweb

clicca qui per ascoltare…

.

passa il velluto umido

carezza sui seni

e poi, fino in giù

.

sei,

.

nel mio velluto ti ho passato

nella sofferenza del momento

e maturandoti, ho maturato

.

forti le gambe nel prenderti

e lasciarti

senza lasciarti andare

.

sostenermi su di te ed affondare

nel mio fondo

duro quanto basta

.

se vuoi dirmelo non farlo

ora

le parole sono lingua e denti

.

è animale che annusa,

questa pelle è

match di pugni di abiti scivolati

.

nei reni l’atto sacro

scandisce un orologio

anni di attimi in dissolvenza

.

pagaie appaiate di un kayac

fendono schiume

per raggiungere placide acque

b.l.