Da ora è per sempre


fotoweb
fotoweb

clicca per ascoltare…

.

Scuro di pareti

angoscia

il suo dolore d’attesa

geme

.

da un sicuro tempo

al fuori d’improvviso

Attimi

di tante mani

.

e lontana una melodia stanca

con l’unico sapore che conosce:

.

Ditemi, vi prego, che sta bene”

b.l.

_______________________________________________________

Dedicato a tutte le madri…


Annunci

Mezza moneta in cielo


Eclissi (fotoweb)
Eclissi (fotoweb)

clicca qui per ascoltare…

.

Sembra avvicinarsi l’arco freddo

Dietro

un odore d’oleandro richiamo

raggiunto e superato il passo

mi mostra

uno spicchio più ampio

nel canestro!

b.l.

…ed ora, al lettore l’immaginare il sorgere della luna nella seconda fase di un’eclissi!


Mai per sempre…


Fotomia
Fotomia

clicca per ascoltare…

Il bollore di una pentola che non cuoceva mai. Il forno emanava profumi di mamma: latte e vaniglia, dolce e sostanzioso andare verso l’ora giusta.
Altra pentola, sul fondo le lancette di un tempo di bronzo che, appeso al muro, ogni tanto andava ricaricato: papà sulla sedia e giù a girare il meccanismo a molla col suo rumore metallico. Si, la sedia andava bene, la scala infatti serviva per le grandi pulizie; fazzoletto in testa per proteggersi dai ragni polverosi, cotone bianco contro il sole che inondava le stanze.
Quel giorno i biscotti erano in forno e mamma, arrampicata sulla famigerata scala, faceva sù povere e ragnatele. La scopa era momentaneamente appoggiata sul muro, vicino alla porta chiusa -la bambina doveva rimanere a portata d’occhio- ed io, bambola di pezza in mano ed un soldatino rubato a mio fratello, inginocchiata per terra usavo il lettone come tavolo da appoggiarci i gomiti, come quando pregavo la sera.
Puntuale la sveglia disturbava i miei giochi col rumore… ticchettìo fastidioso! Eggià, proprio la sveglia-regalo di matrimonio, ricordo degli zii, col martelletto che alla giusta ora picchiava sui campanelli-coperchietti …e il danno fu proprio dietro l’angolo.
<<Finiscila che ti dò una bastonata>>, ma ella ancora continuava.
<<…finiscila ti ho detto, non farmelo dire più>>. Irriverente!!
La piccola Bice, tre anni appena, una sveglia di diciassette anni non ha potuto contro di lei! Mille pezzi …ma il tempo non si è fermato lo stesso…
Mai dura per sempre, perché i tempi ritornano, il tempo invece no… 
b.l.


Kursk


Kursk (fotoweb)
Kursk (fotoweb)

clicca qui per ascoltare…

un secondo ancora

il tempo di un respiro per chiamare

madre o un altro amore,

dov’é buio di oceano e nel cuore

dove non si può scappare dal finire

.

fiato per abbandonarsi ad un ricordo

al profumo della carne alla brace

fotografie spensierate

dove l’ultima torcia si è spenta

in quella camera oscura

.

fuori è agosto

e intanto lì si muore!

b.l.

.

La tragedia del sottomarino Kursk nel mare di Barens il 10 agosto del 2000… in ricordo delle vittime una prece.


Cerino


fotoweb
fotoweb

clicca qui per ascoltare…

è strappo

e strappando s’accende

nel giallo e rosso

forte e tremolante

———-

la goccia dopo due secondi

è già più ferma

io la guardo

arrossisce la mano

———-

dove il blu consuma

è nero di legno

e luminosa brevità

spenge

———-

ma il temporale s’attenua

e ritorna elettrica

la candela illuminata

mentre ancora

———-

il fumo come un filo

sale

b.l.

Giacigli


Dipinto di Alessandra Lugli
Dipinto di Alessandra Lugli

clicca per ascoltare

nel desiderio

raggiungo

l’estasi del sogno

.

generano lacrime

sospese

i bisogni appagati

.

culla dell’odio

nutre

il cuore impuro

.

…e parole inespresse

respira

il cuore mite

.

Appagherò questa rabbia

mantenendo

il silenzio nel giaciglio

b.l.

.

A tutte le donne che ancora s’illudono che con un “perdonami”, le cose cambieranno. I giacigli non hanno dignità di talamo nuziale: la violenza umilia la sacralità dell’unione, riducendo il talamo a semplice giaciglio, ossia covile di animale…