mi dicevi…

dipinto di Steve Hanks
dipinto di Steve Hanks

.

non me lo hai mai detto.

So solo che mi sono trovata a pensare, sai? …a sentire, a provare quanto e sin dove questa energia potesse portarmi. 

Cominciare con le minuscole mi piace, lo sai -credo- forse perché è così che mi sento, minuscola. Mi piace esserlo, nascosta per non farmi rubare i pensieri: se me li rubano, come faccio io a regalarli?

Sai perché dormo sempre con la testa sotto le lenzuola malgrado il caldo? Ho sempre avuto la necessità di difendermi, di coprirmi. Tu invece te ne sei andato, di botto, senza scoprirmi la testa, la domenica mattina, canticchiando la canzone che ancora oggi mi fa venire i brividi. La paura non è stata mai il mio forte, forse per questo ho sbagliato diverse volte nella mia vita. Dovevi insegnarmi la paura, tu che sei stato il primo amore in questa mia vita. Non ti ho mai pensato a fare l’amore con la tua donna (che non potevo non amare da dentro). A te ho dovuto amarti dal di fuori, non sono stata nel tuo ventre e non mi hai cullato nella voce dentro l’acqua. E tu? Ti se accontentato nel cullarmi con il canto, la domenica mattina mentre mi scoprivi la testa e mi dicevi “su dài, che la colazione è pronta, pigrona!”

sei tu!


A mio padre…

Annunci

Autore: brigi1969

Amo definirmi la terza scimmietta "anomala": non vedo, non sento ...ma scrivo! Questa passione, insieme alla fotografia ed alla musica muovono i passi di una vita con difficoltà ma, per fortuna, senza particolari drammi. Un caro saluto a chi vorrà leggermi ogni tanto...

19 thoughts on “mi dicevi…”

    1. Scusa, dimentico sempre di firmarmi. E ho una domanda: sei siciliana, o comunque vieni da un’isola? Solo chi vive in una realtà del genere, può scegliere un titolo come “hai mai provato a pettinare il vento”. Per me è compagno, musica, storie, perfino quando è uno scirocco molesto…

      Liked by 1 persona

      1. Via panoramica sullo stretto… ci ho passato un paio di giorni… se non sbaglio in quelle zone c’è una chiesa con un sacerdote speciale…
        La zona mi è familiare e la tengo stretta nel cuore, meta di isole di ricordo.
        Grazie Patrizia, grazie di cuore per le tue parole.

        Mi piace

      2. Potremmo parlare per ore… Per tanti anni ho passato le vacanze ad Alicudi, luogo della mente, scoglio dantesco incantato. Io sto proprio accanto al mare. Ho bisogno di vedere e sentire l’acqua. Un abbraccio
        Patrizia

        Liked by 1 persona

  1. Beh… il mio se n’è andato 20 giorni fa. E non me ne rattristo affatto,

    Devo confessare che invidio un po’ che prova questi sentimenti.
    (io che non posso certo dire che per me sia stato il promo amore. Né il primo, né il secondo, né l’ultimo… ma tant’è. Pazienza)

    Liked by 1 persona

      1. Diciamo il promo del primo…
        Comunque mi spiace per il tuo papà, per quello che si è portato via in esperienze e per ciò che ha lasciato. Tu sei cresciuta molto bene lo stesso… BacioBacio

        Mi piace

  2. Un brano delicato e commovente.
    Il mio, di padre, aveva 29 anni, e io 2, quando è finito sottoterra e dopo 65 anni ne sento ancora il vuoto. Ne ho avuto un altro, di padre, per cinquant’anni, che ha cercato di colmare quel vuoto e al quale mi sono affezionata. Non c’è più nemmeno lui, da ormai 8 anni.
    Bisogna imparare a vivere da soli, bisognerebbe non amare mai per non soffrire, ma la vita non avrebbe più alcun sapore.

    Liked by 1 persona

    1. Il dolore è uno dei prezzi che bisogna pagare all’amore… chi ama, potrà piangere perché prima avrà imparato a sorridere…
      Grazie del tuo passaggio e dall’averci regalato frammenti di te. Un abbraccio
      Brigida

      Liked by 1 persona

  3. quanta dolcezza e potenza in questa dedica meravigliosa. Mi hai lasciato senza parole, cos’altro potrei aggiungere se non una lacrima sincera. Mi hai emozionata dal profondo, soprattutto da “”non ti ho mai pensato a….””” : poesia di un’icastica senza pari!!! Se permetti la salvo tra le mie preferite, penso di non aver mai letto tanto amore. Ti ringrazio e ti abbraccio

    Liked by 1 persona

  4. ho scritto anche io su mio padre che se ne andato ormai da 28 anni e ogni volta le parole hanno scavato il mio cuore. Immancabilmente le lacrime sono quelle di allora. Ciao

    Liked by 1 persona

    1. Rosario, mi ricordo una tua poesia meravigliosa di qualche settimana fa, forse intendi quella… con la quale anche tu mi hai fatto venire i brividi.
      Le lacrime sono quella valvolina che urla dentro di noi senza disturbare il vicino… sono preziose se d’amore, pericolose se di rabbia. Rendono gli occhi limpidi, proprio come l’affetto . Siine geloso, sono personali come il tempo e non vanno sprecate!
      Un abbraccio fortissimo!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...